Seleziona una pagina

Cosa è la ceretta?

La ceretta è una sostanza che consente la depilazione di alcune zone del corpo e che assicura buoni risultati soprattutto nel lungo periodo.

CERETTA: TIPOLOGIE E MODALITà

Poiché i follicoli piliferi non vengono asportati completamente, quelli rimasti contribuiscono a mantenere una certa densità pilifera che può venire eliminata dopo diverse applicazioni.
Può essere praticata sia presso strutture professionali (istituti di bellezza), sia in ambiente domestico; nel primo caso i risultati sono migliori e più duraturi.

Il principale vantaggio di questa metodica è quello della sua durata in quanto, grazie all’sportazione della radice pilifera, la zona cutanea rimane priva di peli fino a quattro settimane dopo il trattamento.
Bisogna però valutare il fatto che alcuni bulbi piliferi rimangono in sede e che possono generare nuovi peli, anche dopo pochi giorni dalla depilazione.
Inoltre in alcuni casi, quando la pelle si presenta particolarmente sensibile, si possono verificare fenomeni di irritazione cutanea con arrossamento e bruciore, accompagnati dalla presenza di peli incarniti.

Ceretta depilatoria idrosolubile e liposolubile

La ceretta idrosolubile è un prodotto che si scioglie completamente in acqua ed è costituita da una pasta biodegradabile ed ipoallergenica in grado di asportare i peli senza irritare l’epidermide.
Con tale metodo vengono eliminati non soltanto i peli superflui, ma anche lo strato più superficiale di cellule morte, per ottenere una pelle morbida e distesa.
Si tratta di un prodotto realizzato con ingredienti naturali (di solito zucchero o miele, glicerina e caramello) che viene applicato a freddo e massaggiato nel senso inverso rispetto a quello di crescita dei peli.

La ceretta liposolubile è costituita da oli vegetali e resine, ed è disponibile sia sotto forma di cera che di roll-on; una volta applicata deve essere strappata con decisione per eliminare i peli dalla radice.
Tra gli ingredienti utilizzati vi sono il biossido di titanio oppure l’ossido di zinco, in alcuni casi arricchiti con aloe vera per prevenire arrossamenti ed irritazioni della pelle.

Ceretta per uomo: quali sono le differenze

La ceretta per uomo si applica in maniera analoga a quella femminile, anche se vi sono alcune differenze dovute sia al maggior numero di peli sia alla loro consistenza molto superiore.
Per ottenere un risultato soddisfacente è necessario effettuare strappi piuttosto decisi che spesso risultano dolorosi e sono causa di fenomeni irritativi cutanei.
Inoltre, per la specifica natura dei peli maschili, la depilazione con ceretta può provocare un’elevata percentuale di peli incarniti facilmente infettabili.
Per evitare tali inconvenienti è consigliabile accorciare preventivamente i peli da asportare, in modo che non superino la lunghezza di 1 centimetro.
Prima di applicare la ceretta è utile detergere l’epidermide con prodotti neutri e delicati che non eliminino il film idrolipidico protettivo.
Nelle zone particolarmente vulnerabili è necessario impiegare ceretta a freddo, meno aggressiva nei confronti della pelle.

Ceretta a caldo e a freddo

La ceretta a caldo rappresenta il metodo depilatorio maggiormente utilizzato poiché ritenuto ideale per asportare grandi quantità di peli superflui con un’unica manipolazione.
La procedura di applicazione prevede un iniziale riscaldamento della cera che, a temperatura ambiente, si presenta solida.
Dopo che si è liquefatto, il prodotto viene spalmato sulla zona cutanea da trattare, seguendo la direzione di crescita dei peli; dopo il suo raffreddamento, la cera ritornata solida deve essere strappata, procedendo in direzione contraria alla precedente.
Per l’asportazione si applicano delle apposite strisce che consentono la realizzazione del processo; i peli, rimasti intrappolati dentro alla cera, vengono quindi strappati lasciando la pelle sottostante completamente glabra.

Impiegando ceretta a caldo è possibile che alcuni residui rimangano attaccati sulla pelle; in questo caso è necessario applicare un detergente oleoso in grado di rimuoverli senza irritare l’epidermide.
Il riscaldamento del prodotto deve avvenire a temperature non troppo elevate (mai superiori a 50 gradi), per scongiurare l’eventualità di bruciature al momento dell’applicazione.

Il principale vantaggio di questo metodo è quello della sua efficacia, considerato giustamente superiore a qualsiasi altra procedura.
Inoltre anche la durata del trattamento è molto prolungata e consente di non ripetere la depilazione per due mesi o più.
Requisito necessario per garantire la migliore riuscita di questo tipo di depilazione è quello di affidarsi a professionisti, per evitare il rischio di sgradevoli effetti collaterali.

La ceretta a freddo viene realizzata mediante applicazione di strisce depilatorie che devono venire applicate sulla pelle e poi riscaldate brevemente soltanto col calore delle mani.
L’efficacia di questo metodo, che solitamente viene eseguito senza l’intervento di un’estetista, è abbastanza buona, anche perché i prodotti di ultima generazione sono formulati in maniera tale da garantire soddisfacenti risultati.
Rispetto alla ceretta a caldo, quella a freddo è meno performante, anche se, trattandosi di una procedura molto delicata, è ideale per le zone più sensibili del corpo, come l’inguine, le aree vicine ai genitali ed il labbro superiore.
Potersi depilare in autonomia offre poi notevoli vantaggi sia economici che logistici e pertanto questo metodo rappresenta una valida alternativa alla depilazione a caldo.

Ceretta senza strisce

Un metodo di depilazione senza l’impiego di strisce può utilizzare vari prodotti, tra cui Elastique Black Wax, un prodotto assolutamente naturale composto da una miscela di resine vegetali arricchita da burro di karité e da cera d’api.
La caratteristica principale di questa ceretta è quella di essere estremamente delicata sulla pelle pur garantendo ottimi risultati finali.
Dopo la prima applicazione e senza necessità di ripassare, il prodotto consente di eliminare i peli superflui, a bassa temperatura e senza strisce.
Si tratta di una soluzione ideale per la depilazione di zone sensibili, (come le sopracciglia, il labbro superiore, le ascelle, le braccia e l’inguine) che si scioglie fino a raggiungere la consistenza del miele per poi venire applicata seguendo il senso di crescita dei peli.
Dopo che si è solidificata è possibile rimuoverla senza strisce, strappandolo con un movimento netto in direzione contropelo.

Ceretta in casa: occorrente

I metodi “fai da te” per realizzare una ceretta a casa sono numerosi e consentono di realizzare prodotti validi ed efficaci; è necessario poter disporre di alcune materie prime e di oggetti utili, come lo scaldacera e il rullo per depilazione.

La ceretta araba prevede l’impiego di acqua, zucchero e succo di limone, che devono venire miscelati e successivamente riscaldati a bassa temperatura fino ad ottenere un composto simile al miele.
Può essere stesa sia manualmente che tramite rullo.
Il rullo per depilazione è uno strumento dotato di un dosatore, all’interno del quale viene caricata la ceretta, che successivamente viene spalmata sulla pelle.

Lo scaldacera è un dispositivo che serve per riscaldare la ceretta ed è solitamente alimentato dalla corrente elettrica; è possibile scegliere tra il modello a rullo e quello in barattolo.

Per completare un kit perfetto per depilazione casalinga è indispensabile poter disporre di un olio da applicare dopo la depilazione; i vantaggi di tale prodotto sono due, sia quello di asportare eventuali residui di ceretta, sia di idratare e nutrire la pelle che potrebbe essere arrossata e irritata.

Vuoi qualche dritta in più? Scopri come fare una ceretta perfetta!

COSMETICITY